FIGC

Associazione
Italiana
Arbitri

AIA Sezione di Pinerolo

Aia Pinerolo

Sezione
di
Pinerolo


Fonte sito A.I.A. F.I.G.C.
Iniziato a Sportilia il raduno della CAN D, con gli Osservatori Arbitrali accolti dal Responsabile dell’Organo Tecnico, Carlo Pacifici, che ha esortato chi svolge attività in ambito nazionale a riversare nelle sezioni le loro conoscenze per aiutare a far crescere le nuove leve arbitrali.
Dopo il saluto iniziale il via ai lavori con i Vice Responsabili del Settore Tecnico, Guido Falca e Vincenzo Fiorenza, che hanno illustrato la Circolare n° 1 e le ultime linee interpretative del fuorigioco.
In questa prima giornata le relazioni alla platea sono state fatte dal gruppo dei componenti che si occupa in maniera più specifica degli Osservatori, il cui coordinatore è Francesco Squillace; ha iniziato Giacomo Sassanelli, nuovo entrato e fino a pochissimo tempo fa Presidente della Sezione di Bari, che ha parlato con dovizia di particolari della relazione, dei vari aspetti che la compongono.
Successivamente è intervenuto Pasquale Rodomonti, altra new entry, sugli elementi di valutazione degli arbitri. Quindi Alberto Ramaglia ha spiegato i criteri per ben giudicare la prestazione degli assistenti.
L’ultimo intervento della serata è quello del commissario Pacifici che si è soffermato sul colloquio di fine gara, nel quale si deve verificare un feedback nel processo comunicativo tra osservatore e ufficiali di gara.
Dopo cena i quiz tecnici predisposti dal Settore Tecnico, al termine dei quali la Commissione si è riunita con gli osservatori nuovi immessi per una prima conoscenza.

IMG_1883.JPG

 

Fonte sito Cra Piemonte V.A.
Raduni al via per il CRA Piemonte e Valle d’Aosta. Venerdì 29 Agosto 2014 si sono ritrovati a Borgaro gli arbitri di Eccellenza e Promozione per il consueto appuntamento che apre la stagione sportiva.
Dopo i canonici test atletici, che hanno evidenziato adeguata preparazione da parte di tutti i partecipanti sia per il test di velocità sui 40 m sia per lo Yo-Yo test, i partecipanti si sono trasferiti all’Hotel Atlantic in cui sono iniziate le riunioni di approfondimento tecnico.
Guidati dai componenti CRA e del Settore Tecnico Gaggero, D’Aguanno ed Amisano, gli arbitri hanno visionato diversi episodi sia di gare nazionali sia di gare degli scorsi campionati di Eccellenza e Promozione, spaziando su vari argomenti, cercando di fornire suggerimenti utili sui ragionamenti da attuare quando avvengono gli episodi su terreno di gioco.
In serata poi riunione divisi per categoria con i referenti che hanno dato indicazioni per la nuova stagione sportiva dal punto di vista organzzativo, tecnico ed atletico.

IMG_1880.JPG

 

Fonte sito A.I.A. F.I.G.C.
“Ci avviamo ad iniziare una stagione che non sarà facile perché il momento del Paese non è facile. I problemi della società non sono di facile soluzione ma mi auguro che il gioco del calcio porti serenità e felicità nelle nostre famiglie. Mi auguro che sia una stagione di divertimento dove le componenti tecniche daranno capacità di coesistenza con i valori che ognuno ha al proprio interno perché questo ci chiedono la Federazione, le Leghe e chi sponsorizza l’industria calcio”. Così il presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, Marcello Nicchi, aprendo il consueto incontro tra i vertici federali e gli arbitri della CAN A e CAN B, alla vigilia dell’avvio dei campionati.
“Noi siamo gli arbitri di tutte le Leghe, al di là delle distanze e dei problemi. Con orgoglio e soddisfazione – ha proseguito Nicchi – dico che siamo i garanti della Federazione, ci faremo trovare al nostro posto anche nei momenti difficili. I nostri arbitri sono abituati ad accettare le critiche ma non gli insulti. Sono abituati a dare un servizio di qualità al nostro calcio, e su questo punto di vista non ci sono dubbi”.
A Coverciano, oltre al neo Presidente della Figc Carlo Tavecchio, erano presenti i Presidenti delle Leghe di A, B e Pro, Beretta, Abodi e Macalli, i Componenti del Comitato Nazionale dell’AIA ed i Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali, Pierluigi Collina (Chief refereeing officer UEFA) e il neo CT azzurro Antonio Conte con il nuovo team manager Oriali.
“Non accettiamo e non accetteremo più violenze sugli arbitri, specie sui più giovani, non tollereremo più vedere mettere le mani addosso, anche perché siamo sempre pronti ad ogni confronto e siamo i primi ad essere vivisezionati – ha proseguito Nicchi – e a chi ci dice che merita rispetto rispondo che gli arbitri il rispetto lo danno sempre, denunciate chi non lo fa. E davanti ad un errore tecnico tale deve restare e essere considerato, senza dietrologie, perché il mondo degli arbitri è autonomo”. E poi ha concluso, rivolgendosi ai direttori di gara: “Sento ancora il profumo in questa aula di Coverciano di Artemio Franchi e riprendo una sua frase e la giro ai nostri arbitri: ‘Andate in campo con il sorriso sulla bocca’. Fatevi rispettare con il regolamento”.
A Carlo Tavecchio, al suo esordio da Presidente Federale durante un incontro dell’AIA, sono spettate invece le conclusioni, dopo il saluto dei Presidenti delle tre Leghe professionistiche e dei Presidenti dell’Associazione Allenatori e di quella dei Calciatori. “Ho grande rispetto per la classe arbitrale – ha detto Tavecchio – sono stato tra i primi a volerla in Consiglio federale. I direttori di gara sono in assoluto i primi giudici durante i 90′ di gara. L’auspicio è che si vada sempre più verso un’Italia che abbia stadi senza barriere e rispetti il primo giudice in campo, le tensioni si un sistema non possono sfociare contro una singola persona”. E poi ha continuato: “Le riforme del calcio devono andare di pari passo con le riforme del Paese. Il Paese si sta riformando, io me lo auguro, e anche il calcio si deve riformare. Per quello che potrò con le componenti e con le leghe sarò disponibile – ha aggiunto il numero uno della Figc rilevando la necessità di “collegialità’” e “democrazia” nelle riforme. Tavecchio ha sottolineato inoltre di essere stato “invitato ad assumersi responsabilità forse più grandi di me, ma non ho altri interessi. Ho l’interesse della Federazione e se con il vostro aiuto, dei dirigenti e delle componenti tecniche, potremo far qualcosa di buono, vi sarò eternamente grato”.
In chiusura, Tavecchio, ha premiato l’arbitro Nicola Rizzoli e i due assistenti Andrea Stefani e Renato Faverani, che hanno recentemente diretto la finale dei Mondiali di Brasile 2014. Un riconoscimento, sotto forma di un orologio ciascuno con lo stemma della Federazione al suo interno.
“Dietro un successo come quello che abbiamo ottenuto noi – ha detto Nicola Rizzoli – ci sono delle persone che ci hanno permesso di calcare un campo come quello del Maracanà. Ringrazio tutte loro e ci tengo a sottolineare che abbiamo arbitrato la finale Mondiale rappresentando tutto il nostro mondo. Questo gruppo arbitrale poteva avere tanti rappresentanti in Brasile perché è di alta qualità e non mi riferisco soltanto ai nostri direttori di gara internazionale. Qualche anno fa siamo caduti pesantemente ma ci siamo rialzati e siamo arrivati ad arbitrare una finale Mondiale. L’augurio che faccio alla nostra Nazionale, rivolgendomi al nostro neo CT, è che torni presto anche essa a disputarne una”.
Rizzoli ha donato a Tavecchio una delle divise autografata con cui la terna arbitrale ha diretto la finale; divisa che Tavecchio donerà a sua volta al Museo del calcio di Coverciano.
Il Responsabile della CAN A, Domenico Messina, ha invece ritirato il Premio “Giovanni Mauro”, assegnato all’arbitro internazionale Luca Banti, impegnato in una competizione internazionale.

IMG_1879.JPG

 

Fonte sito A.I.A F.I.G.C.
La terza giornata del Raduno Pre Campionato della CAI inizia di buon mattino per gli arbitri che ascoltano l’intervento della Dott.ssa Eva Iorio, Psicologa dello Sport. Una novità introdotta quest’anno, già verificatasi nei Raduni della CAN A, della CAN B e della CAN PRO. La Dott.ssa Iorio si è soffermata sulle competenze psicologiche che un buon arbitro deve possedere e che devono essere incluse e praticate nei programmi di formazione, dando particolare risalto al modo di porsi, alla gestione dello stress ed al saper comunicare, componenti necessarie dell’arbitraggio.
Nella seconda parte della mattinata il responsabile Danilo Giannoccaro ha parlato prevalentemente dell’aspetto disciplinare ponendo all’attenzione dei giovani direttori di gara alcuni filmati con episodi relativi a quest’aspetto. Un utilizzo didattico delle immagini, fatte commentare anche agli arbitri, nello spirito della crescita continua e costante per confronto.
É toccato poi ai componenti Katia Senesi e Massimiliano Velotto ribadire le disposizioni dell’Organo Tecnico riguardo gli aspetti organizzativi, dall’accettazione della gara all’organizzazione logistica, dal contattare gli assistenti all’invio del referto di gara, dai comportamenti da assumere in ogni occasione all’utilizzo dei social-network. Tutti adempimenti importanti, la cui puntualità nell’assolverli è necessaria, ribaditi sinteticamente nel motto che Giannoccaro ha scelto per questa Commissione: “In campo si può sbagliare, prima e dopo no!”.
Dopo pranzo la foto di gruppo della CAI 2014-2015 e poi in aula, dove dapprima il componente Luigi Stella ha comunicato agli arbitri alcuni aspetti riguardanti gli osservatori soffermandosi sulle covisionature e quindi Giannoccaro ha mostrato ulteriori filmati riguardo altri aspetti della prestazione arbitrale.
Una seduta atletica nel tardo pomeriggio ha impegnato i centocinquanta “fischietti” dell’organico diretta dal gruppo dei preparatori atletici composto da Vincenzo Gualtieri, del Modulo Preparazione atletica, Sangiorgi, Losito, Testa, Gabbrielli e Di Musciano.
Dopo cena dapprima Paolo Consonni ha illustrato le modalità logistiche-organizzative delle trasferte, poi la visione di ulteriori filmati con oggetto episodi relativi alla condotta gravemente sleale e ai gravi falli di gioco, analizzati e spiegati dal responsabile dell’Organo Tecnico, hanno concluso un’altra impegnativa giornata.

IMG_1878.JPG

 

Nei giorni 12/13/14 settembre si terrà il raduno della sezione Associazione Italiana Arbitri di Pinerolo. Come l’anno scorso si ritorna a Pracatinat che è a 1650 metri di quota nel cuore del Parco Regionale delle Alpi Cozie isolato e immerso in un bosco di pini silvestri e larici, a terrazza sulla valle del Chisone da cui si gode una ottima vista .
Sotto la direzione del presidente Puddu e i responsabili di categoria, gli arbitri Sezionabili dell’ Organo Tecnico Sezionale saranno notevolmente impegnati in questi tre giorni da venerdì a domenica: verranno sostenuti i test atletici, i quiz tecnici, verrà spiegata la circolare nº1 che riporta le innovazioni del regolamento, verranno visualizzati casi pratici e dedicata molta attenzione ai campionati,dove saranno impiegati.
L’obiettivo è quello di formare un gruppo di giovani arbitri che possano partire dalla base per poi scalare le varie categorie e arrivare ai livelli nazionali. Alla comitiva, domenica, si uniranno anche gli osservatori, il cui compito è appunto quello di seguire gli arbitri, e i fischietti pinerolesi che completano l’organico Sezionale.

Di seguito vi elenchiamo le date di tutti i raduni degli Organi Tecnici Nazionali per la stagione sportiva 2014/2015 si svolgeranno presso la struttura di Sportilia a Santa Sofia (FC).
Dal sito aia-figc
http://www.aia-figc.it/dettaglio.asp?ID=9575

Ecco le date del raduno Precampionato 2014-2015 per la stagione 2014-2015 degli organici del calcio a 11 del CRA Piemonte Vall D’Aosta.
Tutti i raduni si terranno a Borgaro Torinese (TO).
Arbitri Eccellenza e Promozione 29 – 30 Agosto 2014
Arbitri Prima Categoria 31 Agosto 2014
Assistenti Arbitrali 30 Agosto 2014
Osservatori Arbitrali 30 Agosto 2014
Arbitri calcio a 5 selezionabili 13 – 14 Settembre 2014
Organico calcio a 5 14 Settembre 2014

20140707-205752-75472765.jpg

 
Pagina 1 di 5712345...101520...Ultima »
Realizzato con un Mac