fbpx

Finisce la presidenza di Gianfranco Passet, si continua con Giuseppe Puddu.

Il Presidente Puddu insieme a Ermelindo Bacchetta.

“Settembre, mese dei nuovi inizi”: mai miglior definizione si potrebbe dare al settembre arbitrale pinerolese. Infatti, gli associati, dopo il raduno OTS di sabato 11 ad Airasca, si sono ritrovati venerdì 17 presso i locali sezionali a votare per una nuova presidenza.

 

Presidenza, i prodromi

Il presidente uscente PassetNel luglio scorso, all’interno della mia eMail personale, trovo un messaggio di dimissioni: il mittente era Gianfranco Passet (in foto), attuale presidente sezionale, che dopo il precedente mandato del 1998 – 2000 e la presidenza Falca durata sette anni, aveva accettato di nuovo di dirigere gli arbitri pinerolesi ed era stato rieletto con oltre il 75% dei voti nel giugno 2007.

Gianfranco ha lavorato per oltre 50 anni all’interno della sezione con varie cariche. Riflette e decide di farsi da parte per il bene di tutti gli associati. Crede che un nuovo presidente, più giovane ed entusiasta, possa dare un ulteriore slancio tecnico-associativo alla sezione.

Il presidente neo-eletto Giuseppe Puddu

Dentro di me trovo solo tre parole: “Grazie infinite Presidente”. Oltre a lui, doverosi sono i ringraziamenti agli altri colleghi che hanno gestito le attività della sezione negli ultimi 2 decenni e che insieme hanno formato una triade (passetemi il termine) tecnico-associativa di assoluto livello, come hanno dimostrato le ripetute ed ottimali verifiche del Comitato regionale e dell’Aia centrale; mi riferisco a Mario Ameduri, il ‘ragioniere e cassiere’, e Umberto Pittino, braccio destro di tutta l’area tecnica.

Ma venerdì è stata la giornata della votazione: tutti gli associati sono stati convocati alle ore 20 per espletare l’iter elettivo, dal quale, dopo lo spoglio elettorale, si è potuto dichiarare neo-presidente Giuseppe Puddu (in foto), una figura di assoluto livello tecnico che insieme ai prossimi consiglieri proverà a dare il massimo, anche dal punto di vista dirigenziale, per tenere alta, e dove possibile migliorare, la qualità e la passione degli arbitri pinerolesi.

Non mi resta che augurare un grosso in bocca al lupo al nuovo Presidente e con lui a tutti i colleghi arbitri pinerolesi.

Gianluca Manganiello

Torna su