fbpx

Appuntamento per il Settore Tecnico a Tivoli

Alle porte di Roma si è svolto un incontro su formazione ed aggiornamento del Settore Tecnico dell’Associazione con il responsabile Alfredo Trentalange e i tre vice,il nostro Guido Falca, Vincenzo Fiorenza e Francesco Milardi e con il coordinatore Marcello Marcato. All’evento hanno preso parte i componenti del Modulo Perfezionamento e Valutazione Tecnica col responsabile Luca Gaggero, e i componenti del Modulo Regolamento, guida pratica e materiale didattico guidati da Vincenzo Meli.

Nella due giorni a Tivoli Terme spazio per un confronto sulle iniziative ed attività fin qui svolte dai diversi componenti sul territorio. Durante l’analisi dei filmati video sugli episodi si è discusso sulle metodologie da utilizzare nelle Sezioni al fine di uniformarsi sul modus operandi e per dare le stesse indicazioni.

Nel tardo pomeriggio è giunta la visita del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi accompagnato dal vice Narciso Pisacreta. “Avete un ruolo importante – ha detto Pisacreta – In nessun altro Paese c’è una struttura organizzata come quella del Settore Tecnico arbitrale. La formazione è un aspetto importante e fondamentale per la crescita di tutto il movimento”. Per il Presidente Nicchi: “Questo è un gruppo di persone che contribuisce a far crescere i ragazzi e le ragazze di questa associazione – ha detto Nicchi – lavoriamo per fare meglio e per garantire un servizio al calcio”.

Presidente e vice si sono poi intrattenuti con il gruppo per proseguire i lavori con la presentazione del progetto OA DAY organizzato in collaborazione tra Settore Tecnico e Commissione CAI al fine di iniziare un percorso di formazione ed aggiornamento sugli osservatori per uniformare le valutazioni.

L’idea è quella di visionare la stessa gara contemporaneamente in tutta Italia da parte degli osservatori della CAI ed al termine dare il voto numerico per confrontarsi e giungere ad un’analisi condivisa.

I lavori sono proseguiti con lo studio degli aggiornamenti regolamentari e di numerosi video didattici. Diversi anche i progetti in cantiere per il futuro con focus su formazione, aggiornamento e uniformità.

Torna su