Nicchi confermato presidente AIA. “Siamo tutti vincitori”

nicchi-puddu

Dopo mesi di battage mediatico e speculazioni, l’urna ha parlato chiaro: è Marcello Nicchi il prossimo presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, in continuità con i precedenti quattro anni. L’ex arbitro di Serie A appartenente alla sezione di Arezzo ha battuto lo sfidante Antonio Zappi (San Donà di Piave) con una percentuale tra le più alte nella storia delle assemblee generali: ben 242 preferenze (71,8%) contro le 95 per il coordinatore del SIN (28,2%).

Nicchi: “Continuare il percorso”

L’assemblea si è svolta in maniera regolare: dopo i comizi elettorali da parte dei due candidati e dei propri candidati al comitato nazionali, è stato il turno dei presidenti esprimere pubblicamente i propri intenti. Per il Piemonte ha parlato il rappresentante dei presidenti Bruno Surace (Collegno). Al termine della fase “colloquiale” hanno avuto luogo le votazioni, eseguite in maniera elettronica. Per la nostra sezione hanno espresso la preferenza elettiva il Presidente Giuseppe Puddu e il Responsabile Nord del Settore Tecnico Guido Falca.

DSC_7885Dopo la proclamazione dei risultati, il Presidente Nicchi (a sinistra con il nostro Walter Giachero) ha affermato:

“Non ci sono sconfitti, nell’Aia sono tutti vincitori. Ora voglio godermi il momento. La mia strada sarà sempre la stessa: lealtà, onestà, condivisione, passione e amore per i nostri ragazzi. Dobbiamo eliminare per sempre quel cancro che si chiama violenza. Gli arbitri, specie i più deboli, non si devono toccare”

Nicchi, il Team

Insieme a Nicchi, confermato anche il suo “staff”, composto da Narciso Pisacreta (Vicepresidente ) e dai componenti del Comitato Nazionale Giancarlo Perinello, Umberto Carbonari e Maurizio Gialluisi. Il Comitato Nazionale è completato dai componenti eletti: Alberto Zaroli (Macroregione Nord), Michele Conti (Centro) e Stefano Archinà (Sud). Tra i delegati degli ufficiali di gara, sono stati eletti Luca Cavanna, Simone Spandrio e Livio Sasanelli (Macroregione Nord), Antonio Buccini, Antonio D’Agnese e Giampaolo Perini (Centro), Gennaro Colella, Francesco Scarcelli e Nicola Favia (Sud).

Articoli Correlati