fbpx

Stampa: “Donne Arbitro, Pinerolo la più rosa”

Stampa: "Ragazze Arbitro, Pinerolo la più rosa"

E poi c’è l’altro mondo delle ragazze nel calcio. Non dietro le quinte ma in campo, qualche volta con i maschi, qualche volta con le giocatrici donna dispensando rigori o cartellini gialli. È il pianeta arbitrale, che conta oggi 71 associate (abilitate a dirigere ogni tipo di gara ufficiale) su 1930 fischietti totali in Piemonte.

Ragazze Speciali

Nel Torinese la sezione più in rosa è decisamente quella di Pinerolo, con sedici ragazze iscritte. Qui c’è anche la punta  didiamante in regione, quella Erica Puddu che dalla scorsa stagione arbitra in Eccellenza. Sempre di Pinerolo sono la più giovane direttrice di gara, Giulia Capitaneo (16 anni) e la diciassettenne Francesca Arangio, chiamata a Coverciano in questa stagione in quanto inserita nel progetto Women Talent.

L’eta media delle donne arbitro che scendono in campo è 23 anni. Ma tra loro c’è chi passa dal campo alla “scrivania”. Ci sono anche 8 osservatrici, una componente del comitato regionale (Maria Giovanna Alibrandi di Nichelino) due componenti del Settore Tecnico (Sabrina Rondoletti e Donatella Casula, entrambe di Torino).

I dati dicono che le direttrici di gara donna in Piemonte sotto la presidenza di Luigi Stella sono sempre di più, con una tendenza all’aumento nelle ultime stagioni: + 5% l’anno scorso, +6.7% quest’anno, anche grazie ai risultati di Erica Puddu e Chiara Perona di Biella, fischietto internazionale di calcio a 5.

Paolo Accornero (La Stampa)

Maero: “Sono 16, ma saranno di più”

“Ognuna di loro è il nostro orgoglio e siamo fieri di essere all’avanguardia in un calcio che cambia. Nulla di questo sarebbe stato possibile senza il supporto del Comitato Regionale e del suo presidente Luigi Stella, primo promotore di questa onda femminile. Ogni settimana Pinerolo è già sulla cartina geografica dello sport grazie a Gianluca Manganiello e Matteo Gariglio, ma non possiamo dimenticare che dietro si scalpita e questo scalpitare è soprattutto donna. Oggi sono sedici, ma abbiamo già in rampa di lancio altre ragazze che tra poco diventeranno arbitri e avvieremo altre iniziative per rendere la nostra sezione il quanto più femminile.”

Torna su